492 visitatori e 2 utenti online

Una delle partite più brutte e anonime della stagione granata non può però non alimentare la rabbia per il risultato negativo giunto anche in seguito ad alcune decisioni che hanno penalizzato, e non poco, la formazione di Giampiero Ventura. Un arbitraggio che inizialmente destava già qualche preoccupazione, un interprete del ruolo che oltretutto non conosce i regolamenti, ci si domanda come possa arbitrare tanto in alto.

 

Non è stato chiamato ad interventi particolarmente incisivi, talvolta ha confuso alcune scelte invertendo i destinatari dei falli, ma la gara diretta dal signor Rosario Abisso di Palermo non era, sulla carta semplice, poiché disputata tra due compagini in piena lotta salvezza che avrebbero potuto, anche se così non è stato, scatenare una vera lotta agonistica.

 

Ne commette di tutti i colori l'arbitro della gara tra Torino e Genoa, Dino Tommasi di Bassano del Grappa. Una sfida che si preannunciava particolarmente avvezza al confronto fisico, e questo non tanto per le caratteristiche delle due formazioni, quanto per i trascorsi tra queste due compagini che hanno portato alla fine di un rapporto sereno tra le due tifoserie. Tommasi ha gestito la gara malamente, intervenendo a tempi irregolari e non sempre con imparzialità.

 

Alla vigilia si sapeva che il direttore di gara russo manifestasse in carriera una certa inclinazione al cartellino facile, e ieri tutto ciò è stato dimostrato, in questo caso fortunatamente a favore del Torino. Le sue decisioni hanno influito pesantemente sul risultato finale, ciò non significa che siano da considerare in qualche modo sbagliate.

 

Non è certo l'arbitro il colpevole del pareggio del Torino contro il Palermo sabato sera scorso, ma qualcosa da recriminare, seppur minimo, la squadra di Ventura ce l'ha. Si comincia dal giallo rifilato a Peres, dopo l'ennesimo fallo subito sulla fascia, che alza semplicemente le mani al cielo senza protestare. La sanzione va anche all'avversario, ma la sua non si spiega minimamente per un gesto civile e sacrosanto.

 

Buona direzione di gara per l'arbitro Orsato di Schio, che finalmente permette il concludersi di un derby senza che la vittoria bianconera sia macchiata da "involontari" errori delle giacchette nere, come ormai accade da troppi anni. Questa volta l'insuccesso nasce da un errore banale di Benassi, probabilmente dovuto all'inesperienza del calciatore, in questo caso decisiva in negativo.

 

In settimana è giunta una brutta sconfitta contro l'HJK Helsinki, formazione dal livello decisamente inferiore a quello del Torino, ma nonostante tutto la squadra granata ha avuto molto da recriminare sulle decisioni dei due arbitri che si sono divisi la direzione di gara per colpa dell'infortunio muscolare che ha costretto alla sostituzione la giacchetta nera inizialmente scelta come titolare.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 10 di 22
Segui i risultati del Toro su Risultati.it

 

© 2014 INFOTORO.IT - E' VIETATA LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE DEI CONTENUTI



InfoToro.it   Designed by BIT4WEB