316 visitatori online

Alla fine, per nostra fortuna, il Torino ha raccolto ugualmente i tre punti che valgono il terzo posto solitario in campionato a due punti dalle capoliste ed il proseguo delle vittorie interne che al momento sono l'unico risultato conosciuto dai granata nelle partite disputate allo stadio Olimpico tra campionato e Coppa Italia.

 

Scorre tutto liscio come l'olio l'incontro tra il Chievo ed il Torino, con l'arbitro Celi che nonostante le premesse e le paure alla vigilia si comporta egregiamente. Ottima la distribuzione dei cartellini gialli, due per i padroni di casa, tre per il Toro. Nel complesso, non ci sono scelte particolari per cui citarlo, entrambe le formazioni lo aiutano fornendo una prestazione agonisticamente corretta. Sarebbe preferibile, col tempo, poter commentare sempre arbitraggi così.

 

Buona direzione di gara da parte del fischietto verde triestino Piero Giacomelli, che ha operato correttamente su tutti i fronti, operando le scelte corrette nelle situazioni che hanno determinato la gara. Si comincia bene con la rete del vantaggio di Fabio Quagliarella, su cui i blucerchiati hanno protestato per una spinta dello stesso attaccante su Silvestre.

 

Si era detto alla vigilia di come il fischietto verde di Pistoia portasse fortuna in trasferta alla formazione granata, nello scorso anno diresse due successi del Torino lontano dall'Olimpico, ma in questo caso la sua direzione di gara lascia parecchio a desiderare, scegliendo male in tutte le situazioni critiche della partita, anche mal consigliato, o anche ignorato, dai suoi collaboratori.

 

Ha spesso rappresentato un problema per il Torino, a volte sbagliando interpretazione, a volte invece ignorando totalmente quanto veramente visto con i suoi occhi, evitando di segnalare l'errore al primo arbitro. Questa volta, fortunatamente, è accaduto il contrario, allorquando l'addizionale di porta Renzo Candussio di Cervignano del Friuli segnalava la scelta scorretta a Tagliavento.

 

Altra prestazione positiva della terna arbitrale dopo quella dell'Olimpico in Coppa Italia, con qualche polemica da parte frusinate su un calcio di rigore che però non ha alcun senso di esistere. Si comincia con la rete non convalidata di Quagliarella al 25' del primo tempo, che avrebbe portato al pareggio: l'attaccante parte leggermente in anticipo ed è davanti al momento del passaggio.

 

Alla vigilia è emerso il timore collettivo per il nome dell'arbitro accostato a questa partita. Non tanto per il soggetto in sé (i precedenti con Massa di Imperia sono piuttosto positivi), quanto per la tendenza del tifoso ad associare eventi negativi che paiono riproporsi avanzando le stesse prerogative e analogie.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 7 di 22
Segui i risultati del Toro su Risultati.it

 

© 2014 INFOTORO.IT - E' VIETATA LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE DEI CONTENUTI



InfoToro.it   Designed by BIT4WEB