361 visitatori online
Banner

In veste di tifosissimo del Toro e di antigobbo per indole, rivendico l'essenza dei nostri colori, che è quella di avere il petto gonfio di orgoglio, una curva urlante in ogni occasione e calciatori che sputino l'anima in campo, a prescindere dal loro lignaggio. In queste ore a caratteri cubitali sui quotidiani e sulle news in rete c'è la novità di un interessamento granata per Mauritio Zarate. Ebbene, ottimo calciatore, tecnica vivissima e pericolosità indubbia. Ma il suo nome non mi scalda il cuore, ma proprio per niente.

 

Una bella pernacchia allo Juve Style, alla Juve squadra e alla Juve tifoseria, ringraziamenti congiunti e poderose pacche sulle spalle, sicuramente da parte di noi granata, ad Antonio Cassano che ostenta con orgoglio di aver detto tre volte no alle offerte juventine. Il motivo? Nella società di Corso Galilleo Ferraris cercherebbero solo soldatini. Non è che c'è molto da spiegare, ma fare una scelta, commentare, riportare paro paro o schierarsi faziosamente a favore o contro l'ennesima cassanata?

 

Ah! Se la tua terra è ancora in mano ai quattro mori dimmi che senti, dimmi che provi cantava il buon Ivan Graziani e tutta la settimana precedente alla sfida col Cagliari avevo questo ritornello in testa. Sarà anche che sono sardo di origini, fatto sta che un Nenè qualsiasi è arrivato a levare la libidine di vedere il Toro nei piani alti della massima serie, che sarebbe stato un attimo, ma un bell'attimo certo, invece scommetto che ora nessuno si gode la metà classifica, tra l'altro solitaria, e guarda indietro coi sudori freddi.

 

E' vero che di fronte alle vittorie, per buon gusto, si potrebbe soprassedere e trovare altri spunti di riflessione, ma quella con l'Atalanta prima di ogni altra cosa è stata una incredibile goduria per tutti noi tifosi. Perché regalare la manita a una tifoseria da sempre nemica dichiarata non ha prezzo, in casa loro poi. Secondo perché poi, nessuno lo neghi, questa settimana si trascorre più tempo del dovuto a guardare le statistiche di Serie A, le classifiche che ci vedono a un passo dai piani alti, anche tra i marcatori dove secondo alcuni a quattro reti insieme a gente come Jovetic c'è un bollito che doveva smettere lo scorso anno di giocare a calcio, almeno in granata. Buon capitano grazie per questa doppietta, sarei con te anche se fossi ancora a secco. Insomma goduria pura, o 'libidine' per dirla alla Ventura. Sono certo che in pochi di quelli che oggi, come me, si esaltano per queste cinque reti, si illuda che saremo capaci di altre imprese di questo genere.

 

Lo sapevo che non dovevo nominare Gianluca Sordo e rievocare i fantasmi di Amsterdam ieri, infatti tre legni, come nella finale Uefa, ci hanno ricacciato in gola la gioia che poteva regalarci la vittoria sull'Udinese. Sansone, Basha e Santana hanno assaggiato ieri la nostra proverbiale sfiga cosmica, ma io empio di speranza mi dico che ogni sfortunata coincidenza andrà a compensarsi in due sole gare di questo campionato, assolutamente le più attese ed innominabili.

 

Leggenda vuole che se il tiro di Gianluca Sordo fosse finito in rete invece che contro ogni tipo di legno nella finale di Amsterdam contro l'Ajax, in Piazza Castello, ma più probabilmente in piazza San Carlo, sarebbe stata costruita una statua in suo onore, eroe subito, santo ad honorem eccetera via dicendo. Ebbene dopo Genova mi viene da pensare che magari non proprio nelle centralissime piazze di Torino, un piccolo monumento San Francois Gillet se lo meriterebbe anche.

 

Con l'Inter o si vinceva o si perdeva, il pareggio non era contemplato ed effettivamente avevo ragione. A parte discorsi pallonari che non mi va di dibattere, visto che i miei sogni di vedere Bianchi e soci esultare sotto la curva dopo un gol contro una grande si sono infranti contro il piedone di Handanovic, la partita di domenica era soprattutto l'occasione per ripresentare la Maratona all'Italia calcistica che contava, quella della Serie A.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 Succ. > Fine >>
Pagina 3 di 8
Segui i risultati del Toro su Risultati.it

 

© 2014 INFOTORO.IT - E' VIETATA LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE DEI CONTENUTI



InfoToro.it   Designed by BIT4WEB