488 visitatori e 1 utente online
Visto da Est - Stadio Grande Torino
 E-mail

Tornano gli Eroi, sia pur solo nel nome dello stadio. L'enorme successo della petizione popolare, per intitolare l'impianto ai caduti di Superga, ha trovato eco, insolitamente immediata, nella velocissima delibera comunale, della quale si è interessato direttamente il sindaco Fassino, particolarmente sensibile alle questioni di casa granata quando ci sono le elezioni alle porte.

 
Visto da Est - A pensar male...
 E-mail

Il derby spagnolo di Champions certifica, casomai ce ne fosse stato bisogno, l'incapacità del “miglior” fischietto nostrano di gestire al meglio incontri nei quali posta in palio e livelli di adrenalina salgono al di fuori dei limiti standard. È la conferma del metodo “Italia”. Cioè quel costume tutto italiano, applicato con estrema coerenza in ogni settore della civica convivenza italica, dalla politica al mondo del lavoro, che predilige la sudditanza al merito.

 

Quando meno te l'aspetti, ad un passo dal baratro. Precipitato in quint’ultima posizione, con un pochissimo rassicurante margine di cinque punti sulla terzultima in classifica e sotto di un gol. Peraltro conseguenza di un rigore clamorosamente regalato dall'arbitro e che incanalava, pericolosamente, la partita su un binario completamente diverso da quello impostato da Ventura, ovvero strenua resistenza difensiva.

 
Visto da Est - Scorie da derby
 E-mail

Prendiamo atto della, peraltro non necessaria, ennesima conferma del servilismo arbitrale (diversamente non si può spiegare come, colui che viene unanimemente considerato il miglior arbitro d’Europa, possa commettere errori da dilettante allo sbaraglio, introvabili persino nei polverosi campetti di periferia. Oltretutto a senso unico, oltretutto recidivo!) nei confronti della “signora” e della, plateale, disonestà ideologica della suddetta e di molti dei suoi componenti.

 

Il derby odierno rappresenta una delle ultimissime possibilità di salvare una stagione, oramai, pericolosamente alla deriva, appesa tra la speranza dell'impresa e il terrore del baratro che potrebbe spalancarsi sotto i piedi della squadra. Ma come si è giunti a questa situazione? La risposta più ovvia è sommando una sequela impressionante di errori.

 

Minuto 22 di Torino-Lazio, va in scena il duello psicologico che, molto probabilmente, potrebbe chiudere L’incontro, ossia il rigore del possibile 2-0. Lo vince, pur sbagliando, Marchetti, il quale mostrando di avere studiato il modo di calciare di Immobile. Si lancia alla propria destra con un anticipo esagerato, costringendolo a cambiare lato.

 
Visto da Est - Svolta pericolosa
 E-mail

Neppure l’incredibile tutto esaurito è stato sufficiente a spronare la squadra, oltre i propri attuali limiti e a battere il Carpi. Ora molto probabilmente, gli Emiliani torneranno ella serie cadetta, portandosi dietro il. poco invidiabile (per il Torino), record di imbattibili contro la compagine granata, rappresentando, ad ora, il momento più basso del progetto targato Cairo/Ventura.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 5 di 30
Segui i risultati del Toro su Risultati.it

 

© 2014 INFOTORO.IT - E' VIETATA LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE DEI CONTENUTI



InfoToro.it   Designed by BIT4WEB