488 visitatori e 1 utente online
Visto da Est - Andare oltre...
 E-mail

Sinisa aveva avvisato. Se non giochiamo da “Toro” andiamo in difficoltà con chiunque. Ora è vero che l'Inter non è proprio “chiunque”, visto che, almeno sulla carta, annovera elementi difficilmente raggiungibili da una società come il Torino. D'altro canto i punti raccolti sin qui, sono stati ottenuti nonostante un calendario tutt'altro che semplice, visto che nelle prime dieci giornate i granata hanno dovuto affrontare ben cinque delle squadre più blasonate del panorama nazionale.

 
Visto da Est - Giro di giostra
 E-mail

Una cosa è certa: con il Torino di Sinisa, raramente capiterà di annoiarsi! Con questa squadra ogni momento della partita può essere una svolta, in un senso come nell'altro. Ha ragione da vendere, il tecnico, quando dice che finché ci crede, e fin quando tiene alta l'intensità, il Torino può far male a chiunque.

 
Visto da Est - Tutta d'un fiato
 E-mail

Se non sarà tutto esaurito, poco ci mancherà. L'entusiasmo, lungo le rive del Po sponda granata è alle stelle. E ci mancherebbe che non fosse così. Da tempo non si vedeva la squadra prendere di petto le partite in questo modo. Eppure non sono tanto le tre vittorie consecutive, quanto lo spirito, la consapevolezza, persino la sfrontatezza con cui i ragazzi affrontano gli avversari.

 

Forse l'unica nota davvero positiva, emersa dalla “folle” formazione mandata in campo dal commissario tecnico azzurro nella sofferta trasferta in Macedonia, è proprio la consapevolezza di aver, finalmente, trovato la coppia di attaccanti sulla quale fare puntello nella difficile corsa al mondiale. Immobile & Belotti, che attacco poteva essere... Per motivi su cui è inutile ritornare, non è stato.

 
Visto da Est - Ritorno al passato
 E-mail

Rivedendolo a mente fredda, quindi scevri dell’emotività del momento, nel trionfo granata sui giallorossi capitolini, si staglia, ancora più evidente, il ruolo di un immenso Belotti. Vero e proprio leader di questa squadra. Onnipresente e trascinante, dimostra una crescita enorme. Non solo rispetto ai primi mesi della sua avventura sotto la Mole, ma addirittura rispetto allo stesso girone di ritorno, che pure lo vide splendido protagonista.

 

Si torna a giocare nell’assurdo orario prandiale. Figlio sciagurato dello strapotere delle televisioni. Appuntamento quanto mai indigesto ai colori granata, servirebbe, eccome, un'inversione di tendenza. Con il Torino reduce da due pareggi dal sapore opposto: amaro quello domenicale con l’Empoli, agrodolce quello infrasettimanale in terra marchigiana, capace di esaltare, per l'impresa di aver tenuto in piedi il fortino in nove e al contempo indispettire per la scelleratezza delle scelte compiute, in campo, da arbitro e giocatori.

 

Non si tratta di una scusante per l'insuccesso, chiamiamolo così, di ieri, ma la direzione di gara dell'arbitro Banti lascia non pochi dubbi sul perché di alcune scelte assurde, una in particolare, che hanno condizionato la partita. Giusto, sacrosanto espellere Acquah, poco intelligente nel commettere un fallo di poca utilità a fine primo tempo quando era già stato ammonito.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 3 di 30
Segui i risultati del Toro su Risultati.it

 

© 2014 INFOTORO.IT - E' VIETATA LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE DEI CONTENUTI



InfoToro.it   Designed by BIT4WEB