196 visitatori online
Banner
COPPA ITALIA - Primo turno - Stadio Turina - Salò (BR), ore 18
FERALPISALO'-REGGIANA 2-3 (1-1 - 2-2 - 2-3)
Marcatori: pt 32' rig. Marchi, 38' rig. Bracaletti; st 32' Nolé, 43' Romero; pts 11' Guidone.
FeralpiSalò (4-3-3): Caglioni; Tantardini, Ranellucci, Aquilanti, Allievi (42' st Turano); Settembrini (39' st Boldini), Davì, Maracchi; Bracaletti, Romero, Luche (24' st Murati). A disposizione: Romeda, Vagge, Ghergu, Codromaz, Pizza, Daeder, Gamarra, Bizzotto. Allenatore: Asta.
Reggiana (4-3-3): Perilli; Mogos, Spanò, Sabotic, Ghiringhelli; Calvano (12' st Giron), Maltese, Angiulli; Nolè (42' st Guidone), Marchi, Manconi (39' st Panizzi). A disposizione: Narduzzo; Maldini, Lombardo, Mecca, Tondini, Vernocchi, Otin Lafuente. Allenatore: Colucci.
Arbitro: Amabile di Vicenza.
Note: ammoniti Settembrini, Aquilanti, Allievi, Perilli. Allontanato il tecnico Antonio Asta dalla panchina al 3' sts. Recupero 0', 5', 1'. Palo di Murati al 30' st.
 

Oggi pomeriggio il Torino conoscerà la squadra che contenderà alla Pro Vercelli il passaggio del turno e dunque la sfida ai granata nel terzo turno eliminatorio. L'ironia della sorte ha messo di fronte, nel tabellone, con ogni probabilità ad uno scontro fratricida tra Moreno Longo ed Antonino Asta, ma prima, per quest'ultimo, ci sarà da superare l'ostacolo Reggiana, non sarà facile.

 

Comincia male l'International Champions Cup della Juventus, sconfitta ai calci di rigore dagli australiani del Melbourne, ma peggio fa il Palermo, sconfitto addirittura per 3-1 contro i modesti ungheresi del Balmaz Kamilla. Bene invece il Bologna, 2-1 all'Hapoel Haifa. Oggi in campo Genoa, Udinese, Bologna e Fiorentina in partite internazionali.

 

Ironia della sorte, a contendere il passaggio del Torino nel terzo turno eliminatorio sarà una tra Pro Vercelli (allenata da Moreno Longo), Feralpisalò (allenata da Antonino Asta) e Reggiana. Se poi il Torino dovesse passare il turno, probabile, ma non scontato, che l'avversaria sia una tra Brescia o Salernitana. In seguito, andando avanti con il tabellone, ecco il Milan e successivamente, ai quarti, il derby contro la Juventus.

 

Oggi pomeriggio il Torino scoprirà il punto del tabellone di Coppa Italia in cui finirà, con la possibilità di conoscere i nomi delle quattro squadre che si sconteranno per conquistarsi la qualificazione alla sfida de "Grande Torino", in programma il 13 agosto prossimo. Sorteggio in programma alle 15 presso la Sala Assemblea della Lega Calcio.

 

Non è più una competizione di competenza del Torino, essendo stata eliminata, ma l'espulsione di Molinaro nel derby contro la Juventus ne precluderà l'utilizzo nella prossima stagione per tale manifestazione, nel caso in cui servisse doverlo schierare in campo. Pesante sanzione per il blucerchiato Zukanovic, fermato per tre turni con multa salata.

 

Giampiero Ventura analizza così il derby di questa sera: “La partita in realtà è durata 50 minuti: con  l’espulsione di Molinaro e il loro raddoppio è finito tutto. Nel primo tempo abbiamo concesso un solo tiro in porta, ma se la Juve avesse veramente dominato avrebbe creato più occasioni, invece non è stato così. Oggi ho visto cose buone e altre meno”.

 

Massimiliano Allegri potrebbe anche infierire, ma non affonda il colpo: “Non era una partita semplice – ha detto ai microfoni Rai – e non è mai semplice battere il Toro. Questa era una sfida con molte incognite, il Toro sta attraversando un bel periodo e sabato non aveva neanche giocato. La cosa positiva è stata la nostra gestione della palla, siamo stati bravi a sbloccarla e a gestire la gara in superiorità numerica”.

 

Ci sono molte sorprese in questi ottavi di Coppa Italia, ma non il Toro semplicemente perché questa sera allo Stadium è scesa in campo una squadra che non conosciamo. Certo, Zaza con un altro metro arbitrale poteva anche finire fuori prima di cominciare la sua doppietta, ma cambia poco alla sostanza di una partita inconcludente e per certi versi persino irritante. Non c’era un regista, per scelta tecnica di far rifiatare Vives e di ignorare ancora una volta Prcic, ma non c’era nemmeno un  attaccante, perché Belotti, Maxi Lopez e Quagliarella non sono riusciti a costruire un’occasione degna di questo nome. E non si può sempre chiedere a Peres di fare gli straordinari, a Baselli di dimostrare di essere anche di caratura superiore, ad Acquah di essere quello che non è e non ha mai fatto vedere sino ad oggi.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 6 di 24
Segui i risultati del Toro su Risultati.it

 

© 2014 INFOTORO.IT - E' VIETATA LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE DEI CONTENUTI



InfoToro.it   Designed by BIT4WEB