364 visitatori online

Sono tante, ahimé, la lettere giunte in redazione in merito a quanto accaduto il primo giorno dell'anno, quando le porte della Sisport sono rimaste aperte per permettere ai tifosi di "festeggiare" il nuovo anno. Abbiamo deciso di non pubblicarle tutte, ma di riassumere in poche parole lo sconforto dei sostenitori.

 

La polemica tra il Torino FC e la Lega Calcio non si placa. E dobbiamo anche dire che forse la formazione granata dovrebbe smetterla. Va bene: l’idea di far giocare la partita di coppa Italia contro il Siena valevole per i sedicesimi di finale proprio nella settimana del derby è stata una scelta infelice, ma la Lega mica l’ha fatto apposta?

 

Chi durante questo estenuante mercato non ha sognato la squadra perfetta? Quella imbottita di campioni, di tanti nuovi beniamini da incitare o da criticare quando è il caso? Tutti noi tifosi del Toro seppure pessimisti, catastrofisti, vittimisti, fra un pensiero cattivo e l’altro nei confronti dell'amato/odiato Cairo, abbiamo sperato che si avverasse l’imprevedibile, l’impossibile, ossia la creazione di una squadra in grado di arrivare a ridosso delle prime della classe. Ebbene non sarà così.

 

Il messaggio che desidero inviare riguarda Andrea Gasbarroni. Sono deluso, triste, esterefatto nel constatare come la Società abbia miseramente scaricato il Gas. Nel gioco di Ventura lui andrebbe a nozze e mi meraviglia davvero che con la penuria di esterni d'attacco in organico, si lasci a casa gente di categoria superiore come Andrea, preferendogli Pagano, Sgrigna (fuori ruolo) o Stevanovic (mega flop). Tra le numerose partite che Gasbarroni ha deciso, o dove comunque e' stato l'unico a seminare panico tra gli avversari ve ne ricordo ameno 3 negli ultimi 2 anni.

 
Segui i risultati del Toro su Risultati.it

 

© 2014 INFOTORO.IT - E' VIETATA LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE DEI CONTENUTI



InfoToro.it   Designed by BIT4WEB