528 visitatori e 3 utenti online
Banner

Sarà Nicola Rizzoli della sezione AIA di Bologna il direttore di gara della prossima partita di campionato in cui il Torino di Sinisa Mihajlovic ospiterà il Palermo domenica pomeriggio. Rizzoli si avvarrà della collaborazione dei primi assistenti Mondin e Del Giovane, del quarto uomo De Meo e degli addizionali di porta Gavillucci e Martinelli.

 

La salvezza del Palermo passa attraverso a risultati che appaiono come montagne da scalare con le stampelle, perché i sette punti di distanza dall'Empoli rappresentano un muro quasi invalicabile. I toscani vanno a singhiozzo, ma i rosanero non sono da meno, reduci da un punto nelle ultime tre disputate, sprecando il vantaggio contro la Sampdoria nel finale.

 

Per il Palermo, il campo del Torino è storicamente un tabù, infranto solamente in due occasioni su venticinque, con cinque pareggi e ben diciotto ko. Motivo per cui i granata dovranno sfruttare non solo la situazione negativa dei rosanero, ma fare leva pure su una tradizione che vede addirittura il Toro segnare il triplo esatto delle reti degli avversari.

 

Non ci sarà il capitano Marco Benassi, ammonito in regime di diffida nell'ultima partita, nella sfida di domenica pomeriggio tra Torino e Palermo al "Grande Torino", mentre i rosanero escono indenni e non dovranno fare i conti con squalifiche. Entra in diffida il granata Lukic. Pesante sanzione amministrativa per l'Inter per i ripetuti cori offensivi della propria tifoseria nei confronti dell'arbitro.

 

La squadra viola è una polveriera, con i tifosi che dopo l'eliminazione incredibile in Europa League hanno manifestato ieri davanti allo stadio e promettono di lasciare vuoti i settori del tifo organizzato. E' chiesta la testa del tecnico Paulo Sousa, ma anche della dirigenza Della Valle, con alcuni giocatori che sono stati anche presi nel mirino.

 

La Roma dà un segnale alla Juventus, relativo al fatto che i giallorossi, pur perdendo qualche punto per strada, non ha intenzione di lasciare strada libera ai bianconeri. In casa dell'Inter arriva un importante 3-1, doppietta di Nainggolan, poi rete di Icardi a nove dal termine per riaprire l'incontro prima della chiusura di Perotti dal dischetto.

 

Vincono tutte le avversarie in campo oggi che in classifica precedono il Torino, anche se sul successo del Milan c'è l'ombra di due scelte arbitrali ai limiti del ridicolo, in particolar modo il rigore negato ai neroverdi (che ne avevano fallito uno sullo 0-0). Sempre dal dischetto la Lazio batte l'Udinese, mentre si spengono le speranze di Pescara e Crotone battuti da Cagliari e Chievo. Pari per Genoa (esordio di Mandorlini, rete in pieno recupero), Sampdoria, Palermo e Bologna.

 

Paulo Sousa non si dimette e non ha nemmeno paura della contestazione che si è già manifestata questa mattina ai ‘campini’ di allenamento della Fiorentina: “Dimissioni? Io penso ad allenare, non penserei mai a dimettermi specialmente nei momenti di difficoltà. Non mi allontano nel momento difficile. Mai”.

 

L'eliminazione a dir poco rocambolesca dall'Europa League non è stata ben digerita da parte della tifoseria viola, già poco propensa a sopportare oltre la presenze dei Della Valle alla presidenza della Fiorentina. Il ko contro il Borussia Monchengladbach è stata solamente la goccia, per giunta di grandissimo impatto, che ha fatto traboccare il vaso.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 5 di 559
Segui i risultati del Toro su Risultati.it

 

© 2014 INFOTORO.IT - E' VIETATA LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE DEI CONTENUTI



InfoToro.it   Designed by BIT4WEB