299 visitatori online
Banner

Nell'ultimo posticipo della trentacinquesima giornata, la Roma ha vita facile nella trasferta milanese contro la squadra di Montella evidentemente fuori condizione. Apre la doppietta di Dzeko che stacca Belotti nella classifica dei cannonieri,la riapre Pasalic alla mezz'ora della ripresa ma dopo due minuti El Shaarawy ripristina il doppio vantaggio e nel finale De Rossi, dal dischetto, chiude il discorso.

 

Lazio sempre più scatenata e ormai quasi certa del quarto posto finale (ma a soli cinque punti dalla Roma prima che i giallorossi giochino con il Milan), Fiorentina che aggancia un'Inter imbarazzante al settimo posto, tre punti sotto il Milan per cui vale il discorso di cui sopra e Palermo ufficialmente retrocesso in B mentre il Crotone non molla.

 

Nell'anticipo di mezzogiorno pareggia l'Atalanta di Gasperini in casa dell'Udinese e fa un altro piccolo passo verso l'Europa League dopo un'attesa di più di vent'anni (fu Mondonico a portare i bergamaschi in Coppa Uefa dopo aver vinto la B, percorso poi seguito anche al Torino). Vantaggio di Cristante per un primo tempo tutto di marca nerazzurra. Nella ripresa però salgono i friulani che impattano meritatamente con Perica al secondo tentativo dopo la parata di Berisha.

 

Il trentacinquesimo turno potrebbe regalare lo scudetto alla Juventus, ma non oggi comunque, perché anche in caso di vittoria, occorrerà attendere la sfida di domani tra il Milan e la Roma (se i giallorossi centreranno i tre punti tutto sarebbe rinviato alla prossima giornata). Scongiurata dunque la possibilità di festeggiare il sesto titolo consecutivo davanti ai tanti tifosi granata presenti allo Stadium.

 

Il Napoli, nel primo anticipo della trentacinquesima giornata, abbatte senza problemi il Cagliari ed attualmente scavalca la Roma al secondo posto in classifica, in attesa della gara di domani contro il Milan. Doppietta di Mertens, che in questo modo si porta a meno uno da Belotti e Dzeko nella graduatoria dei marcatori, e Insigne, che invece raggiunge quota quindici. Chiude la rete di Farias a tempo scaduto.

 

A Napoli e Cagliari il compito di aprire questa sera alle ore 18 la 35a Giornata di Serie A. Un turno di campionato che potrebbe rivelarsi già decisivo per la lotta Scudetto e molto importante sia nella corsa alla salvezza sia per la qualificazione alla prossima Europa League. A tal proposito, i match principali di giornata saranno il derby tra Juventus e Torino ed il posticipo domenicale tra Milan e Roma. È sempre corsa a 3 tra Crotone, Empoli e Genoa per evitare il terzultimo posto in classifica che porta alla retrocessione.

 

Considerato il doppio impegno estremamente ravvicinato contro il Monaco, Max Allegri applicherà un certo turnover per la gara di questa sera, anche se, a leggere i nomi in campo, non è che il livello dei bianconeri cambi in modo così significativo. A risposo, in vista del ritorno di Champions, rimarranno sicuramente Buffon, Alex Sandro e Dani Alves, con il dubbio Higuain davanti.

 

Sono ventitrè i convocati di Allegri per il derby di domani sera allo Stadium. Tra i possibili cambi, Lichsteiner e Asamoah sulle due fasce oltre a Neto in porta, mentre in coppia con Bonucci potrebbe partire Benatia. Rispetto alla Champions torna anche Khedira che era squalificato con Pjanic, in avanti Cuadrado, Dybala, Mandzukic dietro a Higuain.

 

Il derby a cavallo tra andata e ritorno delle semifinali di Champions League preoccupa alquanto Massimiliano Allegri anche se la Juve arriva carica: “Atalanta, Monaco e Torino sono tre squadre con un gioco abbastanza simile e hanno giocatori con caratteristiche uguali. Giocano molto in verticale, grande velocità e hanno buona tecnica davanti. Il Toro è in buona condizione ma noi dobbiamo uscire con una vittoria”. Il nemico numero uno sarà Belotti e lui non lo nasconde: “Un ragazzo giovane che è cresciuto molto, un giocatore di grande prospettiva che ha qualità per migliorare ancora e sarà il centravanti della Nazionale per tanti anni. Se spebderei 100 milioni per lui? Belotti e Higuain insieme non si possono far giocare, è impossibile, non è come Mandzukic e Higuain”.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 4 di 571
Segui i risultati del Toro su Risultati.it

 

© 2014 INFOTORO.IT - E' VIETATA LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE DEI CONTENUTI



InfoToro.it   Designed by BIT4WEB