270 visitatori e 3 utenti online

Vincono tutte le avversarie in campo oggi che in classifica precedono il Torino, anche se sul successo del Milan c'è l'ombra di due scelte arbitrali ai limiti del ridicolo, in particolar modo il rigore negato ai neroverdi (che ne avevano fallito uno sullo 0-0). Sempre dal dischetto la Lazio batte l'Udinese, mentre si spengono le speranze di Pescara e Crotone battuti da Cagliari e Chievo. Pari per Genoa (esordio di Mandorlini, rete in pieno recupero), Sampdoria, Palermo e Bologna.

 

Paulo Sousa non si dimette e non ha nemmeno paura della contestazione che si è già manifestata questa mattina ai ‘campini’ di allenamento della Fiorentina: “Dimissioni? Io penso ad allenare, non penserei mai a dimettermi specialmente nei momenti di difficoltà. Non mi allontano nel momento difficile. Mai”.

 

L'eliminazione a dir poco rocambolesca dall'Europa League non è stata ben digerita da parte della tifoseria viola, già poco propensa a sopportare oltre la presenze dei Della Valle alla presidenza della Fiorentina. Il ko contro il Borussia Monchengladbach è stata solamente la goccia, per giunta di grandissimo impatto, che ha fatto traboccare il vaso.

 

E' il Napoli ad aprire, alle ore 18, il prossimo turno di serie A, il ventiseiesimo, con il big match d'alta quota contro l'Atalanta, formazione che sta vivendo un momento magico ed è in piena lotta Europa League, ma i partenopei, in casa, sono implacabili. Alle 20.45 incontro sulla carta agevole per la Juventus che riceve un Empoli al momento al sicuro dal ritorno del Palermo che però potrebbe accorciare a meno cinque.

 

I viola conteranno su una giornata in più per recuperare le energie fisiche in vista della sfida di lunedì contro il Torino, ma a questo punto, la necessità per la squadra di Paulo Sousa, è di recuperare quelle mentali. Forte dell'1-0 dell'andata, la Fiorentina passa facilmente sul 2-0 (seconda rete sulla falsariga delle topiche di Ajeti) nella prima mezzora di gioco e qualificazione in tasca.

 

Il designatore arbitrale, per il posticipo di lunedì sera tra il Torino e la Fiorentina al Franchi, ha scelto il direttore di gara Piero Giacomelli della sezione AIA di Trieste. Giacomelli si avvarrà della collaborazione dei primi assistenti Longo e De Pinto, del quarto uomo Vivenzi e degli addizionali di porta Massa ed Abisso.

 

Sono tutt'altro che favorevoli i precedenti a Firenze tra il Torino e la formazione viola, basti pensare che l'ultimo successo dei granata risale addirittura agli anni '70, quando ad affondare i toscani fu una rete di Ciccio Graziani nel finale di partita, la stagione dello scudetto "beffa" finito alla Juventus con un punto sugli uomini di Radice.

 

Saranno quattro gli ex della partita di lunedì sera tra il Torino e la Fiorentina, tutti tesserati della formazione granata. Tra tutti spicca il serbo Adem Ljajic, che con la maglia viola ha conosciuto il calcio italiano imponendosi da leader soprattutto nel corso della terza stagione, che ha avvicinato l'interesse della Roma, sua successiva squadra. Tra gli altri ex, pure Moretti è stato battezzato in A dalla formazione toscana.

 

Non ci sono squalificati nell'elenco dei calciatori fermati dal Giudice Sportivo dopo la sesta giornata di ritorno del campionato di serie A, ma entra in diffida Benassi, che ottiene il quarto giallo. Ai viola mancherà invece Vecino, il quale invece ha già raggiunto i cinque gialli. Sono complessivamente nove gli stop per il prossimo week end calcistico, tra cui Tachtsidis, in prestito al Cagliari dal Torino.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 1 di 555
Segui i risultati del Toro su Risultati.it

 

© 2014 INFOTORO.IT - E' VIETATA LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE DEI CONTENUTI



InfoToro.it   Designed by BIT4WEB