399 visitatori online
Banner

Il rischio di un'ulteriore squalifica non c'è, ma nel calcio d'oggi e con le scelte particolarmente controverse del giudice sportivo non si sa mai. Resta il fatto che nella disfatta di ieri contro il Napoli al Grande Torino, il tecnico Sinisa Mihajlovic, squalificato per due partite e dunque sostituito in panchina dal vice Attilio Lombardo, avrebbe commesso una nuova "infrazione".

 

Promossi? Un termine, che per la partita di ieri pomeriggio contro il Napoli andrebbe sostituito, con un sinonimo meno complimentoso, nell'epoca della globalizzazione è l'ideale utilizzare "survivors". Tra i survivors troviamo il solo Baselli, di fatto il migliore in campo del Torino, se così si vuole considerare nel naufragio contro i neppure, per fortuna, troppo cinici partenopei di Maurizio Sarri.

 

Tanti elementi messi insieme, ieri hanno generato una figuraccia interna che non si verificava da queste parti da ben ventiquattro anni, quando il Toro di Mondonico cedette in casa al Cagliari con lo stesso passivo. Anche in quell'occasione si era a metà maggio, a campionato ormai concluso, ma qui le dinamiche sono differenti.

 

All’indomani della disfatta contro il Napoli, la compagine granata riprende subito a lavorare in vista del prossimo impegno che vedrà i granata impegnati domenica prossima a Marassi contro il Genoa. Il programma di oggi prevede una sessione mattutina presso il centro sportivo Sisport con porte aperte ai tifosi a partire dalle ore 10.15.

 

In molti si aspettavano che la Juventus potesse festeggiare lo Scudetto dopo la gara contro la Roma. Non avevano fatto i conti con il colpo di coda di Luciano Spalletti, che ha rimandato la festa per il campionato della Vecchia Signora alla prossima giornata contro il Crotone.

 
Accadde oggi...
 E-mail

15 maggio 1949 - Si gioca la prima partita del dopo Superga, ed il Torino Ragazzi affronta i pari età del Genoa, per volere della FIGC. Anche a livello giovanile non c'è storia, ed i granata, dopo il vantaggio di Gianmarinaro nel primo tempo, dopo l'intervallo arrotondano il risultato con la doppietta di Marchetto ed il rigore di Lussu. Sarà una vittoria tra le lacrime.

 
La rassegna stampa del 15 maggio 2017
 E-mail

Come aprono i quotidiani della carta stampata di oggi sul Torino (Tuttosport, Gazzetta dello Sport, La Stampa).

TUTTOSPORT

Mai più un Toro così
Il Napoli è super, ma i granata stavolta non hanno nemmeno l’orgoglio: e si sciolgono
di Marco Bonetto
a pagina 13

 

Quella di Daniele Baselli è una voce fuori dal coro. Ai microfoni di Torino Channel il centrocampista granata ammette la sua delusione: “Non pensavamo di uscire comunque tra gli applausi dei tifosi, oggi proprio non li meritavamo. Ora vogliamo finire bene il campionato per loro”. Per un tempo è stato un Toro discreto, poi il crollo: “Arrivavamo da una buona partita nel derby, questa invece ci ha buttato a terra, ci ha demoralizzato. Sapevamo che loro sono forti e che quando accelerano fanno male. La mia prestazione passa in secondo piano, se giochiamo tutti male e perdiamo gioco male anche io. Spiace solo che nel nostro momento migliore hanno segnato il 2-0 e la seconda rete ci ha tagliato le gambe”.

 

Decisivo contro la Juventus, impalpabile oggi: nel giro di otto giorni Adem Ljajic ha messo in mostra le sue due facce ma a fine gara non si tira indietro nel commentare la prestazione disastrosa di oggi: “Una sconfitta difficile da spiegare, anche se abbiamo giocato contro quella che secondo me è la squadra più forte del campionato. Palleggiano bene e trovano sempre la soluzione più logica per fare male”.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 6 di 1719
Segui i risultati del Toro su Risultati.it

 

© 2014 INFOTORO.IT - E' VIETATA LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE DEI CONTENUTI



InfoToro.it   Designed by BIT4WEB