282 visitatori e 2 utenti online

Rispetto alla gara del 2006, questa ha un sapore molto differente, perché il Genoa, in caso di sconfitta, difficilmente dovrà fare i conti con la retrocessione. Non è tuttavia così scontato che il Crotone non riesca a centrare i tre punti tra Juventus e Lazio, dunque i rossoblu si vedono "matematicamente" costretti a vincere, o perlomeno non perdere la gara di domenica.

Tornando a quella partita, per cui Rolando Bianchi ha chiesto di far emergere un senso di "vendetta" sportiva nei confronti del Genoa, esistono alcune analogie nell'inversione dei ruoli. Anche in quell'occasione si trattava della penultima giornata, stesso periodo di maggio, ed in panchina, tra i lagunari, sedeva Gian Piero Gasperini, legato alla Juventus per essersi costruito la carriera nel settore giovanile, diretto per nove anni (giocandoci anche da giovanissimo), sfiorando pure la guida tecnica della prima squadra. Ora le cose sono diverse, nel calcio, in qualche modo, la ruota gira sempre, e come accaduto contro il Lecce in passato, ora può ripetersi con il Genoa. A navigare in acque rischiose questa volta sono i rossoblu, che giocano in casa e si troveranno ad affrontare il tecnico Sinisa Mihajlovic, ex calciatore ed allenatore della Sampdoria. Con uno dei migliori attacchi ed una delle peggiori difese a disposizione del serbo, chissà che non possa affiorare un nuovo 2-3.

 
Segui i risultati del Toro su Risultati.it

 

© 2014 INFOTORO.IT - E' VIETATA LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE DEI CONTENUTI



InfoToro.it   Designed by BIT4WEB