402 visitatori online

La clausola di cento milioni di euro per il cartellino di Andrea Belotti è certamente una buona cosa, sia per il calciatore che per le casse della società granata, in ottica plusvalenze. Sorgono però alcuni dubbi sulla reale efficienza di tale situazione, perché, dal punto di vista calcistico, inserire una clausola per la cessione, per quanto elevatissima e senza precedenti da queste parti, non rappresenta una volontà di trattenere il Gallo.

Il punto è semplice, se mai dovesse giungere l'offerta di questo tipo, difficilmente Belotti rinuncerebbe ad un ingaggio smisuratamente maggiore di quello percepito al Torino. Per questioni di cuore, ovviamente, si spera non arrivi mai, ma va guardata in faccia la realtà, con quei soldi, investiti bene si intende, si costruisce una squadra di alto livello. Certamente non da scudetto, per molti versi Juventus, Roma e Napoli rimangono irraggiungibili anche se di Belotti ne partissero due, ma certamente da alta classifica. C'è però un altro dettaglio da non sottovalutare: chi inserisce clausole di questo tipo, può permettersi di pareggiare eventuali offerte contrattuali multimilionarie, non è il caso di una società con un tetto salariale definito come quella di Urbano Cairo. Nessuna critica, ci mancherebbe, semplicemente la realtà dei fatti.

Ora, però, andrebbe anche analizzata un'altra situazione limite, che non verrebbe incontro ai granata: se invece dei cento milioni, dovesse giungere un'offerta di sessanta milioni (non certo noccioline, ma ben lontano dalle richieste del Toro), come già accaduto, ma con la proposta, per il Gallo, di un ingaggio da sei-sette milioni l'anno, cosa accadrebbe? I granata potrebbero opporsi, ma nel calcio d'oggi, francamente, i contratti lunghi valgono molto poco, dal momento in cui viene a mancare la volontà dei calciatori di rimanere, motivo principe capace di far scricchiolare ogni tipo di blindatura. Belotti è un calciatore umile, affezionato a questi colori, ma di fronte a una circostanza del genere, come si comporterebbe?

Nulla di tanto singolare se dovesse scegliere altri lidi facendo crollare il muro dei cento milioni, anche se, va ripetuto, il cuore ed il buon senso sportivo lo vorrebbero ancora un anno in maglia granata. I sospetti più grossi che mettono a rischio una sua eventuale permanenza, nascono proprio dalla dichiarazione di Cairo in cui consiglia ancora una stagione sotto la Mole all'ex rosanero. Perché una dichiarazione pubblica di questo tipo, seguita dall'assenza di offerte da cento milioni, come da lui stesso ammesso? Esiste forse qualche rischio di perderlo a fine stagione? Una cosa è certa, le società che possono permettersi un certo tipo di investimento, sono ben consce che facendo leva sul calciatore, potranno aggirare l'ostacolo della clausola, mettendo il Toro alle strette e di fronte ad una scelta rapida.

Esiste poi un'altra considerazione essenziale: Belotti potrà ripetersi la prossima stagione, dovesse rimanere con Mihajlovic, a tali livelli realizzativi? Occorre chiederselo, perché se provare a trattenerlo contro la propria volontà potrebbe provocare un forte calo di prestazioni e dunque di valore (se il Toro dicesse di no facendo leva sul contratto, lui rimarrebbe qui, ma in quali condizioni emotive?), non approfittare di offerte tanto eclatanti, seppur lontane dall'esosa richiesta iniziale, potrebbe ritorcersi contro nel caso in cui l'attaccante, per qualche motivo (anche di infortuni), non riesca a confermare certi standard. Un rischio di cui il Toro è certamente a conoscenza, ma la situazione è delicata e le possibilità di prendere la decisione sbagliata sono vive e vegete.

 

Commenti  

 
#9 My toro 2017-04-28 16:58
Belotti deciderà se ci sarà un offerta e anche da chi farà questa offerta e giustamente o meno vuole avere le mani libere per questo motivo non dice niente e non promette niente. Se c'è una clausola per quanto alta il giocatore è in vendita. E arriva il Chelsea e paga la clausola da al giocatore 6 milioni o giù di lì accetterà e farà bene perché certi treni passano una volta sola. Cairo con 100 milioni secondo me deve mettere in piedi l'operazione stadio ma non il grande Torino uno stadio nuovo che consenta spazi commerciali e crescita economica così da poter tenere giocatori come Belotti se no volente o meno la storia sarà sempre la stessa
 
 
#8 Granata On Line 2017-04-28 15:42
L'articolo non ha nessun secondo fine, è semplicemente la realtà dei fatti, chiara come il sole. Se arriva un'offerta di sei milioni contro uno, ce lo vedo Cairo a pareggiarla, ma ad ogni modo sarebbe controproducent e, qualcun altro in rosa si incazzerebbe.

Non sono comunque dell'avviso che se sceglierà di andare via, sia un ragazzino viziato, semplicemente è vero, non si sa se Belotti il prossimo anno potrà rendere come questo e la seconda metà di quello scorso, potrebbe avere un'involuzione o rompersi (toccandosi le balle), dunque se veramente arriva una proposta così, romperà le scatole per andare via e il Toro si accontenterà di quello che arriva, e non sarà poco.

Rispetto alla clausola, non è vero che è messa li per dare un valore al giocatore, è messa li per dire prima quanto voglio prendere dalla cessione, anche perché come dice giustamente l'articolista, metti una clausola se puoi permetterti di pararti il culo, e Cairo non può farlo, economicamente.
 
 
#7 Maverick86 2017-04-28 14:09
Modifico una frase:

SE BELOTTI CHIEDE DI ANDARSENE ORA, QUEST'ANNO, PRIMA DEL MONDIALE E PROVARE A PORTARCI IN EUROPA IN 2 ANNI, COME DA PROGETTO INIZIATO CON MIHA...

...per me perde moltissima stima...sarà l'ennesimo ragazzino montato dopo tanti discorsi di umiltà, la mamma, la vita cambiata e bla bla bla come aveva detto tempo fa....una stagione in più con ingaggio ritoccato ovviamente magari sui 2 milioni ti cambiano la vita già molto agiata da calciatore poco più che ventenne? Se questo conta di più, perfetto, quella è la porta e noi incassiamo, punto.
 
 
#6 lucatoro 2017-04-28 13:47
mi sembra che il riassunto dell'articolo sia: la società può fare quello che gli pare, tanto decide il calciatore.

Che poi è la realtà dei fatti, vale per il Toro, per il Real Madrid e per il Picenengo, la differenza è che il Real si può permettere di fare il grosso tenendo un giocatore controvoglia, fermo restando che butta i soldi dell'ingaggio per il periodo in questione.

Bisogna essere chiari, che cosa si vuole?che Cairo faccia una squadr da champions/scudetto? che dia gli ingaggi dei gobbi, o semplicemente quelli della Roma? l'umile Lucatoro si permette di rispondervi:sme ttete di farvi il sangue acido, NON SUCCEDERA' MAI!!!non se lo può permettere, non so se, nel caso lo potesse lo farebbe, ma il problema non si pone. La società, con tutti gli errori del passato ed i limiti di simpatia di ds e Presidente, sta facendo quello che può, cercare di convincere il Gallo a restare, con le dichiarazioni che può fare MOSTRANDO CHIARAMENTE CHE IL GALLO NON HA ANCORA DECISO, AD OGGI, E NON HA DECISO PERCHE' NON SA SE ARRIVERA' UNA PROPOSTA CHE LO REALIZZI DA TUTTI I PUNTI DI VISTA, E QUESTO VUOLE DIRE, COME MAVERICK ANTICIPA DA TEMPO, CHE SE QUESTA PROPOSTA ARRIVA LUI ACCHIAPPA TUTTO E SE NE VA!!!Se poi resta sono contento, e lo sapete tutti, se arrivano 100 milioni sono contento lo stesso, a patto che vengano reinvestiti nel Toro, mi andrebbero bene anche 40 sul mercato e 60 nello stadio, ve lo dico chiaramente.
 
 
#5 simon 2017-04-28 13:17
Citazione tric:
Strano articolo che sembra quasi avere dei secondi fini. La clausola dà semplicemente la misura del valore che la Società attribuisce al giocatore. Il tetto ingaggi esisteva già all'epoca del Grande Toro, ma per Valentino Mazzola vi era una deroga condivisa da tutta la squadra. Potrebbe ripetersi la circostanza. Rimane fermo che se Cairo vuole crescere, e credo che lo voglia, dovrà elevare progressivament e il monte ingaggi complessivo.


bekllo quello che scrivi e bello il ricordo del Capitano. Ma erano altri tempi con dei veri uomini che capendo l'importanza del Capitano ne accettavano la migliore retribuzione. oggi questi valori non ci sono più. Anzi peggio oggi ci sono gli squali procuratori e appena uno fa un goal sono già lì a battere cassa
 
 
#4 simon 2017-04-28 13:15
Citazione freddy99:
Esatto. Quello di far aprire il borsello a Cairo per aumentare gli ingaggi.


Sempr facile fare il finocchio con il c..o degli altri. Gli ingaggi non si alzano a piacere o come tira il vento. Ma solo secondo a quelle che sono le entrate. il resto è la solita fuffa Cairo cordone borsa ecc.
 
 
#3 Maverick86 2017-04-28 13:08
La questione Belotti purtroppo sarà molto molto semplice: se ha cervello rimane un anno e si chiude la vicenda clausola o non clausola, agenti o non agenti, e magari con una piccola conferenza stampa si fanno felici tutti i tifosi e l'ambiente.


Se vuole andarsene, purtroppo, dubito che prenderemo i 100 milioni della clausola, si andrà a finire a poco più di 40 50 milioni credo, massimo 60 che comunque sarebbero già assurdi per noi ma sicuramente sarebbe una situazione a credibilità zero per la società, in balia degli eventi del mercato.
E comuqnue se Belotti chiede di andarsene per me perde molta stima e quindi quella è la porta, tanti saluti.
 
 
#2 freddy99 2017-04-28 12:46
Citazione tric:
Strano articolo che sembra quasi avere dei secondi fini. La clausola dà semplicemente la misura del valore che la Società attribuisce al giocatore. Il tetto ingaggi esisteva già all'epoca del Grande Toro, ma per Valentino Mazzola vi era una deroga condivisa da tutta la squadra. Potrebbe ripetersi la circostanza. Rimane fermo che se Cairo vuole crescere, e credo che lo voglia, dovrà elevare progressivament e il monte ingaggi complessivo.

Esatto. Quello di far aprire il borsello a Cairo per aumentare gli ingaggi.
 
 
#1 tric 2017-04-28 12:42
Strano articolo che sembra quasi avere dei secondi fini. La clausola dà semplicemente la misura del valore che la Società attribuisce al giocatore. Il tetto ingaggi esisteva già all'epoca del Grande Toro, ma per Valentino Mazzola vi era una deroga condivisa da tutta la squadra. Potrebbe ripetersi la circostanza. Rimane fermo che se Cairo vuole crescere, e credo che lo voglia, dovrà elevare progressivament e il monte ingaggi complessivo.
 
Segui i risultati del Toro su Risultati.it

 

© 2014 INFOTORO.IT - E' VIETATA LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE DEI CONTENUTI



InfoToro.it   Designed by BIT4WEB