235 visitatori online

Catania Toro rappresenta il classico digestivo di troppo dopo un Capodanno di bagordi ben assortiti e anche sufficientemente smaltiti. Passi il pomeriggio brillo e divertito a pensare se bere quel bicchiere in più che potrebbe regalarti quel quid d'allegria e incoscienza, oppure accontentarti di quello che è già stato ingurgitato e fare a meno di tutto il resto. L'ingordigia però vince quasi sempre su tutto il resto, allora organizzi la serata: sedie davanti alla televisione e già ti rendi conto che l'azzardo lo pagherai caro quando vedi che Meggiorini e Vives saranno in campo a dispensare la loro acidità e bollore inutile.

Ancora prima di mandare giù la brodaglia, iniziano i capogiri e gli smadonnamenti contro le altissime divinità celesti. Il barman Giampiero Ventura poi non lava i bicchieri e sbaglia le dosi di alcool e degli altri ingredienti, maledizione a lui. Se poi la base fosse di qualità, ce ne potremmo anche fregare di quella leggera nota amara, ma l'accozzaglia di gusti che ci propina da tempo a questa parte farebbe rabbrividire anche un pirata.  Sono d'accordo, il gestore della baracca non investe sulla qualità degli ingredienti, se ne va a comprare nei mercatini al Baloon e poi sul menù scrive nomi francesi che dovrebbero ingannare gli stolti, peccato che noi del Toro non lo siamo. Quindi quando Lodi tira un meritatissimo sberlone a Meggiorini da dietro non stai a chiedere il rosso, ma glorifichi il catanese per aver fatto quello che vorremmo fare noi da tempo. Se poi Pierino Vives completa l'opera causando un inutile quanto grossolano rigore, allora il quadro è completo: sarà un caso che proprio i nostri due eroi mettano la firma sui due episodi più importanti del primo tempo? Allora inizi a sentire lo stomaco che si rivolta e sai che a breve rimetterai tutto. Il piattone di Bianchi in solitaria, l'impappinamento di Glik nella sua area di rigore e i continui inutili cross di Masiello dalla trequarti ti regalano la certezza: datemi un bagno.

Il Sansone dell'ultimo minuto poi è il solito chiupito che l'amico scemo ti obbliga a bere quando vede chiaramente che non sei in grado di mandare giù altre schifezze. Ci sarebbe da boicottare questo locale e cambiare per andare in un altro più affidabile, ma noi del Toro ci lasciamo andare sempre e comunque, sarebbe la stessa storia ovunque, ci riconoscerebbero dappertutto come gli ubriaconi del paese. Bollicine e allegria, chiediamo solo questo, se alla chiusura del mercato diamo via la birra buona, che non sarà chissà quale prelibato elisir,ma almeno è qualcosa, allora so già ci sarà qualcuno che entrerà ne locale ogni maledetta sera per fare rissa, così, tanto per… e noi staremo a guardare con la solita malinconia, trangugiando amaro come sempre. Sinceramente sta situazione ha un po' stancato. Date aria alle cantine perfavore, cambiate i fusti, fate qualcosa.

 

Commenti  

 
#1 Pavesio Roberto 2013-01-08 23:16
Divertente l'articolo.
Un modo diverso di cantargliela alla società.

Chissà che un giorno si sveglino. La mia paura è che siano già svegli ..... :sad:
 
Segui i risultati del Toro su Risultati.it

 

© 2014 INFOTORO.IT - E' VIETATA LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE DEI CONTENUTI



InfoToro.it   Designed by BIT4WEB